L’ultima tappa dell’Interrail è stata Parigi, che ho già visitato altre volte. Siccome insieme a me c’era il mio amico che non aveva mai visto questa città, ho cercato di creare un itinerario per fargli vedere le cose più interessanti della città, e ve lo propongo di seguito, sperando che vi possa tornare utile.

  1. Place du Carrousel, Louvre.

    Dalla piazza è visibile la Piramide del Louvre; purtroppo non abbiamo visitato il museo per il poco tempo disponibile, ma ho qualche informazioni da comunicarvi. Il Louvre ha diverse entrate, vi sconsiglio di prendere quella della Piramide perché è sempre la più affollata; il museo è chiuso di martedì e durante tutto l’anno i ragazzi sotto i 26 anni non pagano il biglietto.
    IMG_20170906_115024.jpg

  2. Jardin des Tuileries.

    IMG_20170906_115428.jpg

  3. Place de la Concorde.

    IMG_20170906_121529.jpg

  4. Avenue des Champs-Elysées.

    Una delle vie principali della città, ricca di negozi, dalle piccole boutique ai grandi magazzini.
    IMG_20170906_121840IMG_20170906_122034

  5. Arc de Triomphe.

    IMG_20170906_135342.jpg

  6. Tour Eiffel.

    IMG_20170906_143024.jpg

  7. Notre Dame.

    IMG_20170906_153655IMG_20170906_154411IMG_20170906_155046

  8. Cimetière de Montmartre.

    Uno dei più bei cimiteri dell’Europa, ricco di monumenti, tombe di personaggi famosi (come Degas e Dumas figlio) e storia.
    IMG_20170906_172652IMG_20170906_173622

La sera siamo invece andati a mangiare insieme a dei miei amici sanremesi, anch’essi in vacanza a Parigi, in un locale a pochi passi dalla Tour Eiffel, che è assolutamente da visitare la sera poiché è tutta illuminata e dona alla città un’emozionante magia.

Ovviamente vi consiglio di restare a Parigi almeno cinque giorni, in modo da non vedere solo superficialmente la città, ma gustare anche l’atmosfera che essa offre! Negli scorsi viaggi a Parigi avevo una tappa fissa, Disneyland, che vi consiglio di aggiungere nella lista delle cose da fare. Conto di tornare prima dei 26 anni, per vedere il Louvre e altri musei gratuitamente, e sicuramente in futuro voglio vedere le catacombe.

 

 


11 commenti

Simone · ottobre 6, 2017 alle 1:52 pm

Parigi in un giorno è davvero dura!

newwhitebear · ottobre 6, 2017 alle 6:07 pm

un’autentica cavalcata la visita a Parigi.

r3dhead · ottobre 24, 2017 alle 2:08 pm

Parigi in un giorno è dura, ma è sempre meglio di niente!
Con un po’ di organizzazione si possono vedere le cose principali anche con poco tempo a disposizione!

Francesco · dicembre 4, 2017 alle 5:03 pm

Itinerario essenziale e molto ben costruito! Parlo anche per esperienza personale, la mia ultima visita a Parigi è stata di una giornata e rispecchia molto quello che hai scritto!

    admin · dicembre 7, 2017 alle 8:42 am

    Mi fa piacere! Credo che a volte i viaggi “mordi e fuggi” come questi, proprio perché si ha la variabile del tempo che preme, risultino più efficaci di quelli in cui si hanno dei giorni (e si finisce così a temporeggiare e perder tempo). Hai visitato altre città in un giorno solo?? (Così magari prendo spunto eheh)

      Francesco · dicembre 11, 2017 alle 11:05 am

      Le mie esperienze di visite giornaliere al momento contano: Parigi, Amsterdam (ma per una seconda visita), Rotterdam e Wűrzburg! Viaggiando di notte e sfruttando al massimo le giornate sono città che puoi tranquillamente visitare con un mordi e fuggi, per l’ultima invece (Wűrzburg) si può tranquillamente optare per una gita fuori porta in giornata partendo dalla città di Norimberga! Bastano come spunti??

        admin · dicembre 21, 2017 alle 11:55 am

        Bellissimo!! Amsterdam mi piacerebbe vederla a breve, magari dedicandole un weekend. Ottimo il consiglio su Norimberga e Wurzburg, lo prenderò sicuramente in considerazione! Grazie!!

wells fargo login · febbraio 24, 2018 alle 2:46 am

Thanks for finally writing about >Visitare Parigi in un giorno:
litinerario – Mirea Gibilaro <Loved it!

Interrail in Francia: itinerario e consigli | Smile and travel · ottobre 20, 2017 alle 6:48 pm

[…] Parigi, la capitale, alla quale abbiamo dedicato (purtroppo) solo un giorno. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
it_ITItalian
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti