Attratte da Piazza Ducale poiché definita “La piazza più bella d’Italia”, io e la mia amica Laura abbiamo visitato la città di Vigevano in una fresca giornata autunnale.

La città è piuttosto accogliente, è a misura d’uomo, quindi perfetta per esser visitata a piedi; noi ci siamo arrivate da Pavia tramite un autobus, perché purtroppo non è ben collegata con i treni alla nostra città di partenza. Quello che abbiamo potuto notare è che verso la pausa pranzo la città è molto silenziosa, buona parte dei negozi in centro chiudono per poi riaprire verso le 15/15.30.
Dopo aver ammirato la Piazza, che è davvero fantastica, siamo andate alla ricerca di un ristorante dove mangiare qualcosa di particolare e ci siamo imbattute nella Vespolina, un’enoteca con cucina, poco lontana dalla strada sotterranea; sopra a quest’ultima si trova invece la strada coperta, che è stata costruita verso la metà del XIV secolo, per consentire ai signori di Milano di uscire dal Castello senza esser visti. Percorrendo questa strada siamo capitate nel cortile del Castello, un enorme spazio verde, ideale per un picnic domenicale.


La strada Sotterranea.


La strada Coperta.


Il Cortile del Castello.

Abbiamo poi visitato il Museo Internazionale della Calzatura Pietro Bertolini (entrata libera), un luogo unico nel suo genere, dove sono presenti tantissime scarpe, da quelle confezionate per i Papi, a quelle ideate dallo stilista di Lady Gaga (le trovate nella foto sotto). Merita sicuramente una visita! Sempre nel Castello vi è la Pinacoteca, composta da dieci sale, dove sono esposte opere di artisti vigevanesi.

Un’altra architettura che merita sicuramente di esser “vissuta” è la Torre del Bramante, dove è possibile salire i 100 scalini (il biglietto per gli studenti costa 1 euro, e quello intero 3 euro) e ammirare Vigevano dall’alto.
L’ultimo posto che abbiamo visitato è stato il Duomo, ossia la Cattedrale di Sant’Ambrogio, ciò che primeggia nella Piazza Ducale insieme ai portici.

Dettaglio catturato da un angolo della Piazza Ducale.

Vigevano merita sicuramente una visita, specie in primavera, quando gli alberi del cortile del Castello saranno fioriti e daranno un tocco magico al tutto!


Scorcio di un Naviglio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti