Come promesso nell’articolo precedente, parlerò nello specifico dei due musei visitati a Torino.

 

Musei Reali

 
La statua che primeggia all’entrata della Piazza Reale.

I Musei Reali includono il Palazzo Reale, l’Armeria Reale, la Biblioteca Reale, la Galleria Sabauda, il Museo Archeologico (o Museo di Antichità), la Cappella della Sacra Sindone e i Giardini Reali. Purtroppo non è stato possibile visitare questi ultimi a causa della neve, ho giusto scattato qualche foto.

Il Palazzo Reale è maestoso, ogni stanza ha una didascalia che racconta la storia di essa, su come è mutata nel tempo e su chi l’ha vissuta ed usata, davvero interessante! Ci sono camere adibite al ricevimento degli ospiti, alla prima notte di nozze, al trono, al custodire vasi orientali… Il tutto ornato da ricche carte da parati, affreschi, oggetti preziosi e unici nel loro genere, acquistati dai sovrani o regalati a loro da diverse persone (gioiellieri, artisti…).


I ricchi dettagli di una stanza.


La stanza del Trono.

L’Armeria è composta da due stanze, una delle quali in origine era una sala da ballo, dove rimane soltanto un particolare parquet a ricordo della sua vecchia funzione. La prima stanza è un lungo corridoio, dove sono mostrate sia le armature dei cavalieri, che quelle dei cavalli; nella seconda stanza invece vi sono le armi utilizzate, e al centro della stanza vi è un’armatura di un guerriero giapponese.

La Galleria Sabauda è immensa e disposta su tre piani, ospita opere di diversi autori, da Van Dyck a Botticelli. Sicuramente avrei apprezzato questa parte del museo se ci fosse stata un’audio guida.


Una scalinata che porta alla Galleria.

Il Museo Archeologico è davvero interessante, e attualmente ospita una collezione chiamata “Prima del bottone”, dove vengono mostrati diverse spille e oggetti simili, utilizzati quando ancora non erano stati “scoperti” i bottoni. Questa esposizione dovrebbe durare fino al 18 Febbraio 2018.

Costo biglietto: 12,00 euro per quello intero, 6,00 per il ridotto (ragazzi dai 18 ai 25 anni), gratuito per i minorenni, disabili e un accompagnatore, insegnanti a capo di scolaresche e guide turistiche.
Giorno di chiusura: Lunedì.

 

Museo Nazionale del Cinema


Una parte dei cinema itineranti.

Questo museo è situato all’interno della Mole Antonelliana, e già la location lo rende particolare e suggestivo, sicuramente differente dai normali musei.
Inoltre è possibile salire sulla Mole tramite l’ascensore e godersi il panorama.

Il primo piano seguendo il percorso consigliato, è dedicato all’archeologia del cinema, ossia tutto ciò che divertiva il pubblico prima dell’avvento del cinema, ombre cinesi, scatole magiche, lanterne luminose e molto altro; molti di questi marchingegni sono disponibili all’uso del pubblico, quindi ci si può calare in quella realtà e ciò rende il tutto molto divertente!


Citazione presente all’entrata del piano dedicato all’archeologia.


Immagini che spiegano come produrre le ombre.

La parte più particolare è sicuramente il piano dove vi sono le cappelle, ognuna dedicata ad un genere diverso: una è allestita come un caffè torinese, dove attualmente vi è un’esposizione dedicata agli attori animali che hanno fatto la storia del cinema, il titolo è “Bestiale!” e interessa anche altre parti del museo; due cappelle molto particolari sono quelle dedicate all’horror (dove viene proiettato anche una parte di un film) e al surrealismo, dove si entra da un enorme frigorifero.


La porta per accedere alla cappella dedicata ai cartoni.

Altri due piani sono dedicati alle diverse parti che compongono un film, dai costumi al doppiaggio, e alle locandine di film famosi. Per accedere a questi piani bisogna camminare sul percorso che gira intorno alla parte superiore della Mole (descrizione molto più chiara se osservate le immagini qui sotto). Lungo tutto questo percorso vi sono dettagli e curiosità di diversi film famosi, come “Moby Dick”, dove vengono raccontate le difficoltà riscontrate dal regista con il grande pupazzo della balena, che è stato vittima delle intemperie ed è stato necessario sostituirlo due volte.


Alcune delle locandine esposte.

Costo biglietto: 10,00 euro per quello intero, 8,00 per il ridotto (studenti universitari fino a 26 anni, over 65 e gruppi da 15 o più persone). E’ possibile noleggiare l’audio guida (lingue disponibili: italiano, inglese e francese) al prezzo di 5,00 euro.
Per salire sulla Mole il biglietto museo+ascensore costa 14,00 euro l’intero e 11,00 euro il ridotto. Se si desidera salire solo sulla Mole, il prezzo è 7,00 euro per l’intero e 5,00 euro per il ridotto.
Giorno di chiusura: Martedì.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
it_ITItalian
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti